Automodellismo.Net il portale degli automodellisti
 Home  Registrati  News  Forum  Download  Mappa 
Regolamenti La storia Dai lettori Off Road/Rally/Moto 
Ricerca
 
  
Automodellismo
 Automodellismo.net
 Risorse On Line
 L'automodellismo
 Interviste
 Editoriali
 La redazione
On Road a Scoppio
 Classic / Rigida
 Competizioni 1/10
 Competizioni 1/5
 Competizioni 1/8
 Modelli 1/10 Pista
 Modelli 1/5
 Modelli 1/8 Pista
L'angolo Tecnico
 I segreti delle miscele
 Il radiologo
 Dizionario Tecnico
 Carrozzerie
 Il gommista
 Il motorista
 Il telaista
Elettrico
 Slot
 1/12
 Off Road 1/10
 Mini 1/24 e Micro 1/18
 1/10 Touring 190mm
Newsletter

media/News4.gif 
Iscriviti alla nostra Newsletter Gratuita

News

    media/News5.gif   

Collaboratori
Automodellismo.net cerca collaboratori per completare la redazione; contattare la redazione
Login
 
 
 
  

 Password dimenticata?
Ora sei in: Automodellismo > Automodellismo.net > Homestead: Pietsch in Pole davanti a Hara, Balestri e Shimo
Automodellismo.net
Homestead: Pietsch in Pole davanti a Hara, Balestri e Shimo
Ottimo anche Ielasi (6°) che viene rallentato due volte da Burch mentre era in linea con i tempi da Pole Position. Paolo Morganti migliora nella 4° manche e si issa in 7° piazza. Romagnoli resiste nella Top Ten (9°) poco davanti a Salemi (11°). Più attardati gli altri italiani con Collari, Pirani, Cristiani e Marrone nei quarti di finale. Ancora più indietro Vanni e Fantini.

 

Alcune personalissime considerazioni (aggiornamento):

  1. Dopo l'introduzione del "parco chiuso" per le gomme, le prestazioni non sono di fatto variate in maniera apprezzabile (se non per pochi piloti americani), anzi praticamente tutti i piloti che erano finiti sotto la "lente di ingrandimento" del sospetto, si sono confermati nelle prestazioni. Per esempio, sia Pietsch (unico a cui l'IFMAR ha prelevato un campione di gomma) che il nostro Michele Romagnoli (indicato come "mago italiano" della chimica) hanno ripetuto le loro migliori prestazioni: Pietsch è in Pole Position mentre Michele è ottimo 9°. I casi sono due: o il geniale parco chiuso ideato dall'IFMAR non serve a nulla (con additivi che penetrano in profondità e non temono la tornitura) o molti concorrenti non usavano addittivi neppure prima. In entrambi i casi sembra che la protesta abbia portato a un solo risultato concreto: 2 manche perse, quindi due occasioni in meno per tutti.Ielasi, Collari, Cristiani e Fantini non ci hanno certo guadagnato...
  2. I giapponesi sono molto in forma. Come mai nei Mondiali precedenti. Due piloti in finale diretta e ben 4 nei primi 8. Di solito solo noi italiani potevamo raggiungere risultati del genere. Impressiona soprattutto Hara, alla sua prima esperienza con una 1/8 Pista. Veloce, costante e molto intelligente anche tatticamente (vedi Mondiale vinto nell'Off Road). E non ha nulla da perdere! Pietsch è solitamente fortissimo in prova, ma Hara per me è un candidato alla vittoria finale ancora più serio.
  3. La grande "sorpresa" tecnica positiva è la Capricorn che con Balestri ha dimostrato di poter lottare per la vttoria all'esordio. Conoscendo Patrizio Rossi, c'era da sperarlo, anche grazie all'apporto di Colombini e Puccinelli, ma anche ai pollicioni di Dario Balestri. Però dalla speranza alla realtà, spesso ci può essere differenza. La prestazione invece e davvero reale e costante!! E in finale tutto può accadere. Sicuramente per ora Capricorn batte Xray nettamente fra i debuttanti.
  4. Prima del Mondiale c'era chi dava per "morta" la Motonica dopo la partenza di Balestri e l'assenza tecnica di Solaroli, ma i "gufi" sono stati delusi. La creatura di Ficcadenti è sempre convincente con un redivivo Walter Salemi, ma anche con altri piloti come D'Hondt e Cabezas.
  5. La macchina più attesa era la Xray, ma per ora latita nelle posizioni che contano. I piloti non mancano (Swauger, Burch, Fantini,...), ma per ora rimane una grossa delusione.
  6. Ielasi sembra tornato indietro di 10 anni. Veloce, concreto, concentrato. Potenzialmente vincente. Un bel mondiale per un talento indubbio. Se non si fosse trovato fra le gomme il "vecchio" Burch, poteva lottare per la Pole Position e sarebbe già in finale diretta!
  7. La Mugen svetta ancora e sembra la macchina più in forma del Mondiale con Pietsch, Hara, Vrielijnck e Fukuda, ma anche con le "novità" Terauchi e Shimazaki. Molto in forma anche il brasiliano Elias. Dietro comunque sgomitano tutti gli avversari con la Sheperd e la Serpent che si sono dimostrate molto veloci. La Kyosho resiste con Shimo mentre è per ora molto più in crisi con Collari.
  8. Novarossi ancora davanti a tutti (non è una novità), ma ci sono 3 motori "non Novarossi" nei primi 6 (e questo è clamoroso!). Addirittura due OS in finale diretta (provvisoria) e un Picco che poteva puntare alla Pole Position!
  9. Il mio favorito d'obbligo rimane sempre Collari, ma per Lamberto la gara è molto in salita. Non è tra i più veloci. Non è riuscito a adottare la tattica del singolo rifornimento. Ha fra le mani una Kyosho prototipo che per ora va meglio nella mani di Shimo (eresia!!). Ma il Mondiale si vince sabato, dopo 60 minuti in pista. A Messina ha vinto partendo con il numero 9 in finale. C'è tempo per imporre la legge del più forte. Per ora è comunque la peggior prestazione mai ottenuta da Collari in qualifica. Anche quando non ha vinto (1999 e 2001) era almeno riuscito a entrare fra i semifinalisti diretti (e ad andare in finale).
  10. Fra i miei "miti" c'è Arturo Carbonell (Campione del Mondo IFMAR 1981, nonostante il suo handycap fisico). A distanza di 30 anni è ancora in gara (unico ex Campione del Mondo a parte Collari). Si diverte ed è 66°, appena davanti ai nostri Bonciani e Lorenzi. Ha girato mediamente un secondo più lento di Pietsch, ma solo 2,5 decimi più lento del ViceCampione del Mondo Mike Swauger (che, incidentalmente, è stato disastroso rispetto alle prove libere).
Homestead WC 2011 - Classifica finale al termine delle QUALIFICAZIONI (4/4)
Pos Cognome Nome Naz Modello Motore Giri Min Sec Giro
Medio
Distacco
Medio
Fase Round
1 Pietsch Robert DEU Mugen MRX5 Novarossi 37 10 12,769 16,561 0,000 Finale 1
2 Hara Atushi JPN Mugen MRX5 OS 37 10 13,653 16,585 -0,024 Finale 3
3 Balestri Dario ITA Capricorn Novarossi 37 10 14,446 16,607 -0,045 Finale 1
4 Shimo Takaaki JPN Kyosho Proto OS 37 10 15,456 16,634 -0,073 Finale 3
5 Fukuda Keisuke JPN Mugen MRX5 Novarossi 37 10 15,731 16,641 -0,080 Semi 3
6 Ielasi Daniele ITA Sheperd Velox Picco 37 10 15,786 16,643 -0,082 Semi 3
7 Morganti Paolo USA Serpent 966 Novarossi 36 10 0,906 16,692 -0,131 Semi 4
8 Terauchi Takehiro JPN Mugen MRX5 Novarossi 36 10 1,206 16,700 -0,139 Semi 1
9 Romagnoli Michele ITA Sheperd Velox Novarossi 36 10 4,437 16,790 -0,229 Semi 1
10 Verjak Meen THA Mugen MRX5 Novarossi 36 10 4,739 16,798 -0,237 Semi 1
11 Salemi Walter ITA Motonica P81 MaxPower 36 10 4,889 16,802 -0,241 Semi 2
12 Shimazaki Shinya JPN Mugen MRX5 Novarossi 36 10 5,307 16,814 -0,253 Semi 1
13 Salven Michael DEU Serpent 966 Xceed 36 10 5,691 16,825 -0,263 Semi 2
14 Kurzbuch Simon CHE Sheperd Velox MaxPower 36 10 6,193 16,839 -0,277 Semi 3
15 Vrielijnck Rick NLD Mugen MRX5 Novarossi 36 10 6,710 16,853 -0,292 Semi 1
16 Elias Flavio BRA Mugen MRX5 MaxPower 36 10 7,048 16,862 -0,301 Semi 1
17 Cyrul Josh USA Sheperd Velox ? 36 10 7,384 16,872 -0,310 Semi 2
18 D'Hondt Robin BEL Motonica P81 Gimar 36 10 7,828 16,884 -0,323 Semi 1
19 Branson Kyle GBR Serpent 966 Sirio 36 10 8,063 16,891 -0,329 Quarti 3
20 Dankel Eric DEU Xray RX8 Novarossi 36 10 8,210 16,895 -0,333 Quarti 3
21 Pirani Andrea ITA Sheperd Velox Novarossi 36 10 8,615 16,906 -0,345 Quarti 2
22 Collari Lamberto ITA Kyosho Proto Novarossi 36 10 8,766 16,910 -0,349 Quarti 3
23 Green Mark GBR Serpent 966 Novarossi 36 10 9,140 16,921 -0,359 Quarti 1
24 Schafer Patrick DEU Sheperd Velox Novarossi 36 10 10,266 16,952 -0,391 Quarti 3
25 Cristiani Andrea ITA Serpent 966 MaxPower 36 10 10,912 16,970 -0,408 Quarti 2
26 Muller Marco CHE ? ? 36 10 10,917 16,970 -0,409 Quarti 1
27 Burch Ralph USA Xray RX8 Novarossi 36 10 11,495 16,986 -0,425 Quarti 2
28 Cabezas Oscar ESP Motonica P81 Vox 36 10 11,549 16,987 -0,426 Quarti 2
29 Yuruki Kazuya JPN ? ? 36 10 12,220 17,006 -0,445 Quarti 3
30 Marrone Nicola ITA Serpent 966 MaxPower 36 10 12,440 17,012 -0,451 Quarti 2
31 Desoto Jr Joaquin USA ? ? 36 10 14,630 17,073 -0,512 Quarti 1
32 Ciccarello Paul USA ? ? 36 10 15,242 17,090 -0,529 Quarti 1

 

Altri interessanti (e italiani) in classifica:

Pos Cognome Nome Naz Giri Min Sec Giro Medio

Distacco medio
dalla Pole

33 Vuga Jernej SVN 36 10 17,037 17,140 -0,579
34 Kimbrow Scott USA 36 10 17,049 17,140 -0,579
35 Vanni Marco ITA 36 10 18,590 17,183 -0,622
36 Tanaka Masao JPN 35 9 53,490 16,957 -0,396
37 Gruber Toni DEU 35 10 0,567 17,159 -0,598
38 Phutiyotin Charlee THA 35 10 0,567 17,159 -0,598
39 Fantini Massimo ITA 35 10 1,019 17,172 -0,611
40 Baba Tuyoshi JPN 35 10 1,373 17,182 -0,621
41 Lemieux Paul USA 35 10 1,641 17,190 -0,628
42 Lue Sean USA 35 10 2,017 17,200 -0,639
43 Apolaro D.J. USA 35 10 2,899 17,226 -0,664
49 Hudy Martin SVK 35 10 5,504 17,300 -0,739
50 Lechner Sabrina DEU 35 10 6 17,315 -0,754
51 Swauger Mike USA 35 10 6,263 17,322 -0,760
55 Martini Francesco ITA 35 10 12,304 17,494 -0,933
66 Carbonell Arturo USA 35  10  17,401  17,640  -1,079
67 Bonciani Andrea MCO 34 9 60 17,645 -1,084
70 Lorenzi Andrea ITA 34 10 2 17,702 -1,141
81 Raiola Carmine ITA 34 10 9,057 17,913 -1,352
90 Smaldone Nicola ITA 33 10 2 18,247 -1,685
105 Querze Gianluca ITA 32 9 60 18,738 -2,177
113 Luciani Alberto MCO 31 9 54 19,173 -2,612

 StampaStampaEmail Invia ad un amicoOpinione Dai la tua opinionePreferiti Preferiti
 

Pagine piu' visitate
 Automodellismo.net
 Modelli 1/10 Pista
 Competizioni 1/8
 La storia On Road
 Competizioni 1/10
Suggerimenti
Non c'è strada che porti alla felicità: la felicità è la strada.
- Gautama Buddha -
Copyright 2005 © IT Information Technologies P.IVA 01550740383 - All rights reserved - Powered by IT - Information Technologies

Privacy Policy