Automodellismo.Net il portale degli automodellisti
 Home  Registrati  News  Forum  Download  Mappa 
Regolamenti La storia Dai lettori Off Road/Rally/Moto 
Ricerca
 
  
Automodellismo
 Automodellismo.net
 Risorse On Line
 L'automodellismo
 Interviste
 Editoriali
 La redazione
On Road a Scoppio
 Classic / Rigida
 Competizioni 1/10
 Competizioni 1/5
 Competizioni 1/8
 Modelli 1/10 Pista
 Modelli 1/5
 Modelli 1/8 Pista
L'angolo Tecnico
 I segreti delle miscele
 Il radiologo
 Dizionario Tecnico
 Carrozzerie
 Il gommista
 Il motorista
 Il telaista
Elettrico
 Slot
 1/12
 Off Road 1/10
 Mini 1/24 e Micro 1/18
 1/10 Touring 190mm
Newsletter

media/News4.gif 
Iscriviti alla nostra Newsletter Gratuita

News

    media/News5.gif   

Collaboratori
Automodellismo.net cerca collaboratori per completare la redazione; contattare la redazione
Login
 
 
 
  

 Password dimenticata?
Ora sei in: Automodellismo > Automodellismo.net > Intervista al Campione del Mondo Daniele Ielasi
Automodellismo.net
Intervista al Campione del Mondo Daniele Ielasi
Vittoria al Warm Up del Mondiale, vittoria al Campionato del Mondo e "quasi vittoria" anche all'Europeo 1/8. Non c'è dubbio: è l'anno di Ielasi (o il primo anno dell'era Ielasi).
Scheda personale:
Nome:                                    Daniele
Cognome:                               Ielasi
Data di nascita:                     19/12/78
Residente (provincia):           Milano
Professione:                           Commerciante
Anno di esordio modellistico:     1989
Palmares modellistico
Campionati Italiani: 2
Campionati Europei: 2
Campionati Mondiali: 1
Risultati 2008: 1°warm up Lisbona wc 1/10, 1° wc 1/10 lisbona, 4° ec valencia 1/8
Ciao Daniele, innanzi tutto grazie mille per la tua disponibilità per questa intervista. Il 2008 è stato un anno ricco di emozioni e concluso con un meritatissimo titolo di Campione del Mondo 1/10. Per tanti potrebbe essere il coronamento di una carriera, ma nel tuo caso potrebbe essere il successo che “sblocca” per molte altre vittorie…
Ciao Claudio, beh che dire spero che tu abbia ragione , che questo sia lo sblocco di tante sfortune e l'inizio di tante vittorie...... comunque sono molto felice di come si sia concluso il mio 2008....un titolo mondiale 1/10 e un “quasi” titolo europeo 1/8.
La gara è stata durissima. Tu sei partito “calmo” e con scelte di gomme molto “prudenti”, ma alla lunga sei emerso prepotentemente!
Ma guarda, io mi ero prefissato sin dalla partenza una gara d'attesa, una fotocopia del warm up conclusosi con una bella vittoria, e diciamo che cosi e' stato con la sola differenza che giustamente in una finale mondiale ti trovi qualche pilota in più che ti mette in difficoltà, e Lemieux, a me sconosciuto prima di questa occasione , e' stato diciamo fino a metà gara l'osso piu' duro.
Lemieux è stato veramente un razzo, ma ha scelto la tattica del cambio le gomme. Senza la spenta a metà gara, se la sarebbe giocata con te la vittoria?
Come dicevo prima Lemieux è stato quello che non mi aspettavo; lui è andato veramente fortissimo e pur considerando la tattica “suicida” del cambio gomme con il passo di gara che aveva, senza quella spenta credo che sarebbe stata molto più dura conquistare la vittoria. Pero come tu sai con i se e con i ma...
Groskamp e Tosolini sono stati molto veloci, ma anche penalizzati da numerose spente. Scelte motoristiche/tattiche sbagliate?
Guarda anche loro sono stati sempre veloci per tutto il week end. In finale come del resto anche nelle qualifiche per molti piloti, loro compresi, era molto difficile fare il pieno a 5 minuti, e questa e' stata la causa delle loro spente.
Quale è stato l’avversario più “duro” da battere al Mondiale?
Guarda che non me ne vogliano i miei colleghi piloti che per me in una finale mondiale siamo tutti forti allo stesso livello, l'avversaria più dura da battere personalmente e' stata la sfortuna che mi ha perseguitato per molte gare, e pure 2 settimane prima di questa finale mondiale......vedi valencia.....
Il tuo IDM era praticamente l’unico motore costruito da Picco in gara, ed ha vinto! Un bel mal di testa per gli avversari.
Anche se il mio IDM e' un Picco e potrei dire di aver usato il mio, io in finale come del resto tutte le gare che faccio da ormai 3 anni a sta parte, usavo un motore Picco Edo dato il rapporto di sponsorizzazione che c'e' tra me e' la ditta Picco , e si e' rivelato impeccabile come in tutte le gare. Ti dirò di più...... GRAZIE EDO!
Passando dal pilota all’imprenditore, quanto vale in “vendite” il Titolo Mondiale conquistato dal tuo marchio IDM? Si è già visto una crescita degli ordini?
In questo momento di grave crisi mondiale come tu sai, le vendite, sopratutto le intercontinentali sono rallentate, pero quello che ti posso dire che dopo questo mondiale ho ricevuto contatti di molte ditte estere che sono intenzionate alla distribuzione dei miei prodotti, quindi ben venga!
Commercialmente forse il titolo nella 1/10 vale anche molto più di quello 1/8. Statisticamente le vendite di motori 2cc sono circa 5 volte superiori all’1/8 pista, o sbaglio?
Hai pienamente ragione, il rapporto di lavoro che gira intorno alla categoria 1/10 è di gran lunga superiore, e di conseguenza il prestigio di un titolo mondiale, commercialmente parlando, è superiore.
Per il 2009 cosa pensi di fare nella 1/10? Sempre Kyosho/IDM/ATS? Punti al titolo europeo?
Guarda qualche novità ci sarà a livelli di materiali, e per questo bisogna attendere la Fiera di Norimberga; riguardo al titolo europeo, che nel 2009 si svolgerà a Gubbio, purtroppo se non cambieranno le date o del mondiale 1/8 o del europeo 1/10, sarò costretto a saltarlo con un grande rammarico, in quanto il prossimo anno la mia prima priorità è il mondiale 1/8 e quindi se non ci sarà almeno un mese di stacco tra le due gare salterò ovviamente Gubbio.
Cambiando scala, il 2008 è stato caratterizzato anche dal magnifico e sfortunato Campionato Europeo. Un titolo “quasi vinto” che sfuma all’ultimo giro…
Gia... la sconfitta più amara della mia carriera... sarebbe stato un anno da incorniciare... mondiale1/10 ed europeo 1/8... sarebbe stato un bel primato che non appartiene a nessuno... anche se io in fondo sono riuscito ad ottenere anche un altro bel primato che non ha ottenuto nessuno, warm up e titolo mondiale.
Un vero peccato per te, ma anche per IDM e Sheperd…
E' si anche perchè una gara dominata dall'inizio alla fine per 44 minuti e 53 secondi, e poi perdere un titolo europeo meritato per tutti i miei sponsor, me compreso, e perderlo per un pacco pile....
La Velox si è rivelata molto competitiva anche a livello italiano con Ometto e Pregnolato.
Si e' rivelata molto competitiva a livello italiano grazie a Stefano e Nicola, ed a livello europeo grazie a Volta, Pietch, Schaffer, molti altri, e me compreso. Considerando che e' una macchina nata da un anno, beh TANTO DI CAPPELLO!!!
A proposito di Sheperd, abbiamo visto che Robert Pietsch, il pilota/disegnatore della Velox, è tornato alla Mugen (sempre come pilota/disegnatore/sviluppatore). Ne risentirà lo sviluppo?
Ma guarda io sono molto amico di Robert e questa notizia la sapevo già dall’Europeo a Valencia. Per quel che posso dire io, ha fatto bene in quanto alla Mugen gli e' stata fatta un offerta molto allettante per il suo futuro, e considerando che Robert ha solo 25 anni, ha fatto bene. Risentirne lo sviluppo? Non credo anche perchè a differenza del principio che erano solo in due che guidavano e sviluppavano il modello, ora siamo in molti di più di piloti validi che possono dare un supporto tecnico per lo sviluppo della macchina.
Nel 2009, sempre Sheperd/IDM PICCO/ATS?
Si confermo al 100%!! Squadra vincente non si cambia!!
Ovviamente punti al Mondiale di Lostallo…; chi vedi come finalista in Svizzera?
Chiaramente, come detto in precedenza...... o dio dire già ora chi vedo in finale e' dura... dipende da molti fattori... diciamo che un pronostico più realistico te lo posso fare dopo le prime due gare del prossimo anno.
Riesci a far convivere gli impegni imprenditoriali/commerciali con le due categorie (1/10 e 1/8)?
Non è assolutamente facile, ma è il mio lavoro. Ma anche per questo la mia più grande fortuna è mio padre che anche in mia assenza porta avanti il lavoro in ditta, senza di lui non sarei mai arrivato dove sono arrivato ora, GRAZIE PAPA'
Tu che pratichi entrambe le categorie, dal punto di vista della guida, quale trovi più interessante? In quale il pilota può “metterci più del suo”?
Anche se posso sembrare di parte, l'1/8 pista.
Come mai molti piloti italiani (Collari, Fantini, Cristiani, Pirani,…) non corrono nella 1/10?
Credo per un non diretto interesse, a parte Fantini, gli altri non fanno motori 1/10 (Collari), o comunque non lavorano nel modellismo in prima persona come me. 
Ai recenti Mondiali Off Road hanno corso molti piloti “fuori categoria”, compreso il vincitore Hara che proviene dall’Elettrico. A te non è mai venuto voglia di darti anche all’Off Road? O all’elettrico?
Sinceramente ci ho pensato e sono sicuro che o in quest'inverno o all’inizio del prossimo anno qualche gara di off-road la voglio fare. L'elettrico l'ho fatto gia molte volte durante l'inverno.
E con questo ti saluto
Ciao Claudio
alla Prossima!!

 StampaStampaEmail Invia ad un amicoOpinione Dai la tua opinionePreferiti Preferiti
 

Ora sei in: Rispondere
Da  [03.10.2008 09:28 - Paulo]
grande Ielasi ! 
però la doppietta Europeo1/8 e Mondiale 1/10 l'aveva già fatta Bertin nel 2004 !!!!!!

Pagine piu' visitate
 Automodellismo.net
 Modelli 1/10 Pista
 Competizioni 1/8
 La storia On Road
 Competizioni 1/10
Suggerimenti
Fanatico è colui che non può cambiare idea, e non intende cambiare argomento. 
- Winston Spencer Churchill -
Copyright 2005 © IT Information Technologies P.IVA 01550740383 - All rights reserved - Powered by IT - Information Technologies

Privacy Policy