Automodellismo.Net il portale degli automodellisti
 Home  Registrati  News  Forum  Download  Mappa 
Regolamenti La storia Dai lettori Off Road/Rally/Moto 
Ricerca
 
  
Automodellismo
 Automodellismo.net
 Risorse On Line
 L'automodellismo
 Interviste
 Editoriali
 La redazione
On Road a Scoppio
 Classic / Rigida
 Competizioni 1/10
 Competizioni 1/5
 Competizioni 1/8
 Modelli 1/10 Pista
 Modelli 1/5
 Modelli 1/8 Pista
L'angolo Tecnico
 I segreti delle miscele
 Il radiologo
 Dizionario Tecnico
 Carrozzerie
 Il gommista
 Il motorista
 Il telaista
Elettrico
 Slot
 1/12
 Off Road 1/10
 Mini 1/24 e Micro 1/18
 1/10 Touring 190mm
Newsletter

media/News4.gif 
Iscriviti alla nostra Newsletter Gratuita

News

    media/News5.gif   

Collaboratori
Automodellismo.net cerca collaboratori per completare la redazione; contattare la redazione
Login
 
 
 
  

 Password dimenticata?
Ora sei in: Automodellismo > Automodellismo.net > Euro 2008: parola a Stefano Solaroli
Automodellismo.net
Euro 2008: parola a Stefano Solaroli
Dalle prove alla finale; dai vincitori ai meno fortunati. Il "Solaroli pensiero" in 8 domande/risposte


Stefano Solaroli:

Iniziamo dalle prove libere; raccontaci come sono andate e le tue impressioni della pista?
La pista è abbastanza facile ,ma molto sconnessa , fin dalle prove libere mi sono accorto di non essere veloce come avrei voluto, ma il mio lavoro principale e rivolto agli altri piloti Motonica.

Delle qualificazioni cosa ci racconti?
Nelle prove si era capito benissimo che la griglia si sarebbe decisa dalla prima batteria del sabato mattina, nella prova controllata del venerdì mattina alla stessa ora che si sarebbe svolta la batteria di qualificazione avevo ottenuto un discreto 17 giri in 5,03 che se ripetuto mi sarebbe valso una posizione attorno all'ottavo nono posto il massimo che avrei potuto fare in questa occasione  , ma nella batteria giusta ho bruciato la candela . quindi il mio tempo l'ho ottenuto nella seconda del sabato all'una di pomeriggio, un' orario dove sulla base delle prove dei giorni precedenti  perdevo di media circa 3-4 secondi sui 5 minuti .

Abbiamo visto distacchi minimi e praticamente tutti i concorrenti che hanno staccato il miglior giro nella seconda manche (la prima del sabato mattina). Chi sbagliava quella si è trovato a dover rimontare da lontano.
In questo tipo di gare i distacchi sono sempre minimi, l'anno scorso a Lostallo fra me che avevo il quarto tempo e il decimo non c'erano più di 2 secondi. Come ho già detto la batteria del sabato mattina è stata determinante.

Collari nei quarti e poi eliminato in semifinale. Bertin squalificato. Cosa ne pensi?
Questa è la dimostrazione che i miracoli sono impossibili , Bertin fino a che non ha cambiato macchina (è tornato dalla Kyosho M3 alla Evolva durante le prove, ndr) era attorno al 35° tempo a conferma che il dito a certi livelli conta fino ad un certo punto.

La finale ha perso subito vari protagonisti per incidenti (Fantini, Pirani, Cabezas, Pietch…); forse troppi. Pista difficile o sfortuna/irruenza.
Beh capita ,Fantini credo abbia rotto alla partenza e qui l'efra dovrebbe intervenire per impedire che le partenze si svolgano in punti così stupidi , è chiaro che se fai partire la gara a ridosso di un tornante si crea un imbuto dove nel 90% dei casi qualcuno ci rimette la gara è questo non è giusto.
Pirani non è abituato a correre a questi livelli e alla sua prima finale di un certo peso , dove andava anche forte ,ha fatto un'errore che si ricorderà per un pò, ma ha l 'età dalla sua parte e molte possibilità di rifarsi.
Per Cabezas vale il discorso di Pirani , l'inesperienza e la voglia di emergere già dai primi giri lo ha fatto intraversare all'uscita dei box dove l'incolpevole Pietch lo ha centrato, e praticamente la loro gara è finita lì.

5 dei superstiti al penultimo giro erano racchiusi in soli 5 secondi. Incredibile!
Si sono successe alcune cose che hanno creato questa situazione , ma senza le batterie di Ielasi e la partenza ritardata di un giro di Balestri la gara se la sarebbero giocata loro due , ma Vuga ha fatto una gara eccezzionale per intelligenza e regolarità , Jernei ha optato per una tattica del rifornimento ai 5 minuti a scapito della prestazione pura e il risultato gli ha dato ragione . le partite finiscono al 90°.

Ultimo giro da infarto: Ielasi senza batterie e Balestri con il tubo miscela staccato. Vince Vuga. Ricorda un poco un titolo di vinto da te anni fa?
Li fu un po diverso eravamo in tre in due secondi ,ma nessuno ebbe rotture o spente semplicemente io non sbagliai nella bagarre.

Motonica: vittoria sfiorata nonostante il problema al via. La Motonica è pronta per il colpaccio?
La Motonica il colpaccio lo aveva già fatto, mancava solo mezza pista, a dimostrazione che il progetto è validissimo; mi dispiace per l'Ing Ficcadenti perchè, con tutto l'entusiasmo che ci mette, una soddisfazione così se la meritava ; ovviamente anche Dario se lo meritava, è stato fantastico, così come Daniele.


Offerta Motonica P8.0 Classic 2wd
Solo su Modellismo.it a 379 euro con spese di spedizione gratuite!

 StampaStampaEmail Invia ad un amicoOpinione Dai la tua opinionePreferiti Preferiti
 

Pagine piu' visitate
 Automodellismo.net
 Modelli 1/10 Pista
 Competizioni 1/8
 La storia On Road
 Competizioni 1/10
Suggerimenti
Fanatico è colui che non può cambiare idea, e non intende cambiare argomento. 
- Winston Spencer Churchill -
Copyright 2005 © IT Information Technologies P.IVA 01550740383 - All rights reserved - Powered by IT - Information Technologies

Privacy Policy